Cinque giorni, sei chili, trecento chilometri

Lo zaino è appoggiato in un angolo della stanza, sembra mi guardi con quella cerniera che ormai fatica a chiudersi e i gli spallacci consumati, che raccontano i km già percorsi e sognano quelli che verranno.

Dentro due maglie, un paio di pantaloni, due cambi di biancheria. Una felpa se fa freddo, un k-way se dovesse piovere, occhiali da sole e un cappellino perché anche in primavera il sole a picco non è da sottovalutare. Il sacco-letto per dormire, che gli ostelli offrono un letto ma non sempre le lenzuola. Qualche spilla da balia per appendere allo zaino il bucato se al mattino non sarà ancora asciutto. Un beauty case che più minimalista non si può — al posto del mascara il necessario per prendersi cura di quello che sta per diventare il solo mezzo di trasporto per qualche centinaio di km, i miei piedi.

Qualcuno ha parlato di decluttering? Se volete mettervi alla prova, l’esperimento è interessante.

Un ottimo esercizio di rimozione del caos, del disordine, del superfluo. Che poi, si inizia col fare ordine mentale per capire cosa ci serve veramente o è uno zaino che contiene solo l’essenziale a rendere più leggera la testa? Non lo so, e francamente non mi interessa particolarmente scoprirlo.

Mi piace però la ritualità del gesto: scegliere uno ad uno gli abiti e gli oggetti da prendere, provare a sistemarli accuratamente nello zaino, verificare peso e bilanciamento dei volumi, rivedere il contenuto per decidere cosa è di troppo e cosa invece manca — ripetendo il rito fino al raggiungimento di un equilibrio quasi perfetto tra togliere e aggiungere, dieci giorni concentrati in 6 kg.

Mancano cinque giorni.

Poi saremo solo io, le albe solitarie, la bellezza che si svela improvvisa dietro una curva, i silenzi che sanno zittire anche i pensieri, le colline infinite che si srotolano creando il ritmo del respiro, le storie che si incrociano camminando e che sembrano anch’esse fatte solo di passi e pietre e chilometri.

Via Francigena, 297 km a Roma.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *